Home Eventi Fino al 14 ottobre c’è la Sagra dell’Anguilla: una splendida scusa per scoprire Comacchio
0

Fino al 14 ottobre c’è la Sagra dell’Anguilla: una splendida scusa per scoprire Comacchio

Fino al 14 ottobre c’è la Sagra dell’Anguilla: una splendida scusa per scoprire Comacchio
0

Dal 28 settembre al 14 Ottobre 2018 torna la Sagra dell’anguilla di Comacchio. Un evento ormai classico, giunto alla diciannovesima edizione, che ogni anno celebra lo sgusciante pesce che da secoli rappresenta la principale risorsa alimentare ed economica della città in provincia di Ferrara.

Per tre weekend la splendida città sull’acqua di Comacchio, non a caso soprannominata la piccola Venezia diventa scenario di piatti tipici, ricette antiche e pietanze innovative, tra fumanti stand e tanti eventi collaterali. Le principali strade della cittadina sul delta del Po saranno arricchite da un percorso espositivo con prodotti di artigianato, enogastronomia, hobby e curiosità.

Tante le possibilità per unire gusto, itinerari e preziosi momenti di apprendimento. Escursioni in barca tra gli scenari del Delta del Po, sulle caratteristiche Batane (imbarcazioni tipiche), e fino ai luoghi dove nidificano i fenicotteri. Per poi tornare in città ed immergersi tra spettacoli, musica, teatro e letteratura.

Tantissime le iniziative per scoprire il territorio, il percorso museale all’aperto tra gli antichi casoni delle valli e la Manifattura dei Marinati, che racconta la memoria della lavorazione dell’anguilla, oggi presidio Slow Food, ed un tempo cuore dell’economia e dell’artigianato della gente di Comacchio.

Il “lavoriero”, antico sistema che permette la pesca delle anguille

La sagra dell’anguilla di Comacchio è una preziosa occasione per riscoprire la simbiosi del territorio con le proprie risorse naturali e l’ingegno degli abitanti della città. Questi, nel XVI secolo, osservando il movimento migratorio delle anguille verso il mare e le maree, concepirono il lavoriero: geniale sistema di bacini comunicanti a forma di punta di freccia. Un tempo questo era interamente costruito in grisole (fasce di canna palustre legate da paviera) e pali, mentre oggi è in cemento e griglie metalliche. Ma la funzione non cambia e ancora oggi permette di pescare alle genti di Comacchio.

E d’altra parte per capire l’iportanza di questa itticoltura nella storia di Comacchio basti sapere che in città si contano 48 differenti ricette tipiche di piatti a base di anguilla. Dal delicatissimo risotto fino alla griglia sulla quale l’anguilla sprigiona tutto il suo intenso aroma che la rende un rito gastronomico a cui è impossibile resistere. La sagra servirà innnanzitutto per assaggiare queste prelibatezze.

Per info e programma completo: www.sagradellanguilla.it